Nessun’altra scelta se non partire

Noi di Paola InMensa abbiamo aperto il nostro cuore anche a loro!

Era l’unica cosa che potevamo fare; le ragazze eritree non parlavano nessuna delle lingue più conosciute, né inglese, né francese… nulla. Avevano solo un numero di telefono su un pezzetto di carta sbiadito e qualche dollaro… tutto ciò era la loro unica speranza di vita…

“…è importante che la comunità internazionale si impegni a migliorare la situazione nei paesi al confine con l’Eritrea. Se avessero la possibilità di costruirsi un progetto di vita, di lavoro e di studio in questi paesi molti eritrei eviterebbero di intraprendere un viaggio così rischioso e difficile. Ma se non hanno la possibilità di vivere in modo dignitoso, allora non hanno altra scelta se non quella di partire.”
Qui una storia di Vita.

 

eritrea