Paola InMensa #n9ve

Paola InMensa è un’iniziativa di solidarietà avviata nel 2011 in occasione della festa in onore di San Francesco di Paola, per offrire un pasto caldo ai migranti e agli ambulanti che lavorano in condizioni disagiate durante i giorni di fiera.

Giunta alla sua nona edizione, il villaggio di solidarietà e accoglienza, nato dall’impegno di associazioni e volontari di tutte le età, anche quest’anno conferma la sua originaria organizzazione, allestendo una mensa presso i locali del “Palazzo dell’Orologio” in Piazza del Popolo dall’1 al 4 Maggio all’ora di pranzo.

Ogni anno la macchina organizzativa di Paola InMensa scalda i motori con largo anticipo, cercando di sopperire alle difficoltà logistiche, organizzando diverse collette alimentari presso i supermercati della città e promuovendo l’iniziativa con modi e mezzi diversi, principalmente tramite incontri tra i volontari e, quest’anno, anche con i giovani studenti delle scuole superiori, da cui Paola InMensa spera di conquistare nuova energia e rinnovato entusiasmo.

Nove anni ormai sono tanti e l’edizione 2019 spera di essere trampolino di lancio per nuove sfide: con il passare del tempo, infatti, la realtà della fiera è cambiata e con lei si sono trasformate anche le esigenze delle persone che la vivono. È per questo motivo che Paola InMensa cerca di interrogarsi su possibili nuovi servizi da offrire in base alle necessità e alle emergenze presenti sul territorio. Idee intraprendenti, però, spesso devono scontrarsi con realtà organizzative di difficile gestione: la posizione dei locali in Piazza del Popolo è “fuori mano” per la maggior parte degli ambulanti che allestiscono le loro bancarelle sul Lungomare e, da qualche tempo sempre di più, nemmeno il servizio navetta offerto sembra poter colmare la distanza tra la fiera e la mensa.

Tramite il confronto, il dialogo e opportune valutazioni sui tempi che cambiano e sui problemi che si evolvono, la speranza è che il nono anno possa gettare basi solide per una riflessione più profonda in merito a futuri cambiamenti logistici e funzionali, pur mantenendo inalterata la natura originaria di Paola InMensa, luogo di incontro, sorrisi e mille colori.

Maggio è vicino, la dispensa è quasi piena, i volontari attendono entusiasti l’inizio di quest’avventura che ogni anno riesce a regalare a tutti cuore e occhi nuovi per vivere a pieno non solo l’impegno dei 4 giorni di servizio, ma una vita intera fatta di incontri speciali.

cropped-logo_pim9_senzasfondo.png

Annunci

PIM8: tiriamo le somme !

Dopo aver riordinato le sale dell’ostello, dopo aver ripulito la cucina di casa Carbone e dopo essere ritornati alla vita di tutti i giorni recuperando un po’le energie, ci fermiamo un attimo per chiudere con i ringraziamenti questa ottava edizione di Paola InMensa!
Tiriamo un pò le somme:
In 4 giorni abbiamo fatto circa 700 pasti a pranzo e a cena;
Abbiamo ospitato circa 100 volontari per tutti i 4 giorni;
Abbiamo camminato, sognato e sperato;
Abbiamo pregato prima di ogni pranzo e ringraziato il Signore a fine giornata;
Il primo Grazie per tutto questo va a tutta la famiglia di Giulia Martilotta; hanno permesso di rimettere Vita in una casa vissuta e abitata da due nonni speciali, una casa che aveva ancora il profumo del ragù della domenica. Quale casa migliore poteva ospitarci?Grazie di cuore!
Il secondo Grazie va all’amministrazione comunale per averci permesso di trasformare le 3 sale dell’Ostello della gioventù, in luoghi adatti all’accoglienza e al servizio mensa, per i venditori ambulanti; grazie per il sostegno, la vicinanza e per aver condiviso con noi , nel silenzio, questa iniziativa di solidarietà.
Grazieal nostro Don Bruno Di Domenico per essere sempre quella presenza costante da 8 anni, che supporta,sopporta, consiglia e indica la  via giusta nell’indecisione.Grazie per la fiducia che riponi in noi giovani.
Un Grazie particolare è per la Parrocchia di San Lucido;ogni anno riesce a preparare per noi una quantità di secondi piatti, che rispecchia a pieno la loro voglia di condividere questa iniziativa e di tessere relazioni vere con altri parrocchiani.
Grazie alle cento famiglie paolane che hanno cucinato per noi nei 4 giorni di Paola InMensa; se dopo 8 anni, tutto questo è possibile,è soprattutto grazie a voi e alla certezza che riponete nella nostra iniziativa!
Un Grazie speciale a Santo Lombardo, il nostro super cuoco che con il suo operato meraviglioso rappresenta il suo essere socio dell ‘ AUSER e un grazie speciale all’associazione amici di Paolo Romagno, che sono  oramai più volontari, sono amici , quelli veri che ti aiutano e sostengono soprattutto nelle difficoltà !
Se il nostro contapassi ha segnato 20000 passi al giorno, non osiamo pensare al conta chilometri della navetta del centro Piergiorgio Frassati; grazie per la collaborazione e soprattutto grazie al mitico Massimo, che ci ha portato su e giù dal lungomare alla piazza, insieme ai venditori ambulanti , sempre con il sorriso e una battuta simpatica che rendeva allegra l’aria nella navetta.
Un Grazie alla Croce Rossa per tutto il loro magnifico operato di assistenza sanitaria e non solo,alle Fiamme Argento e agli Amici del Cuore.
Siamo agli sgoccioli… Grazie a tutti i volontari, adulti, giovani e piccoli.
È con il loro sorriso che PaolaInMensa è felicità;
è con i loro occhi che Paola InMensa guarda, osserva e agisce;
È con le loro mani che PIM dona l’impossibile;
È con il loro cuore che PIM, diventa una catena di amore per i bisognosi ;
È con la loro bocca che PIM crea relazioni; è con i loro abbracci che PIM si sente amata, si sente importante;
È con i loro piedi che PIM, incontra l’Altro; è con la loro musica che PIM crea allegria e condivisione;
È con la loro stanchezza che PIM, fa sempre un buon servizio Di solidarietà.
Graziea chi , per studio e per lavoro, ci ha fatto sentire la sua vicinanza anche da lontano; Grazie per tutte le donazioni ricevute; Grazie a Pina e Tonino, i nostri tuttofare, che hanno reso PIM puntuale, pulita e ordinata.

 

Grazie San Francesco potrei muovere sempre i nostri pensieri e i nostri gesti verso il motto: “fate tutto per Carità
Grazie di cuore a tutti! Ci vediamo l’anno prossimo.
Vi lasciamo con il nostro video diario, buona visione 🙂

PIM8: Viva La Vita!

Sono 8 anni che provo a tirar giù le somme di un’iniziativa nata e cresciuta insieme a me. Questa volta a distanza diventa difficile, ma ciò che Paola InMensa continua ad essere, resta straordinario e speciale anche da lontano. 
Ho vissuto gli anni in cui era novità su cui scommettere, quelli in cui era entusiasmo e sorrisi da spendere, moda per sentirsi cuore e coscienza poco poco più puliti. 
Ma per me resterà sempre la fatica dell’organizzazione, la gestione degli imprevisti, i conti che non tornano, le mille richieste da fare, gli scatoloni da spostare, i turni nei supermercati, l’inventario e la dispensa, le assenze ogni anno più numerose e rumorose.
Dietro i suoi 4 giorni c’è un giorno 0 che inizia molto tempo prima…e un giorno 5 che non finisce mai. 
Come non finisce mai il tentativo di fare sempre meglio e la sensazione di non sentirsi mai abbastanza. E’ il suo continuo reinventarsi che negli anni ha fatto sì diventasse una delle esperienze umane e formative più importanti della mia vita, la concretizzazione di un progetto comune, il senso più profondo della parola “incontro”.
Screenshot_2018-05-07-09-30-53_1
Grazie a chi continua a trasformare punti fermi in esperienze di crescita continua, senza stancarsi mai, senza mollare mai. Grazie, perché continuate a dar senso a ciò che ci siamo promessi 8 anni fa e che, nonostante le mille difficoltà, esiste, vive e splende sempre di più.
Grazie a Maria Elena. Grazie a Valentina, ad Aldo, a Marco, a Giulia, a Pino, a Simone, a Luca con cui è iniziato tutto (e a tutti gli altri miei super amici!). Per ciò che fate e per ciò che siete. Sono stata con voi e lo sapete. Sempre sotto lo stesso cielo.
Grazie Sara! È vero “Viva la Vita” , che sia sempre circondata dalle persone giuste, che sono custodi della gioia e della felicità… altrui !

Il Quinto Giorno di Paola InMensa 8

Il quinto giorno. 
“I tavoli si smontano, la cucina si sistema,  le porte si chiudono, i cuori pieni di gioia e già malinconici cominciano il conto alla rovescia per il prossimo anno. 
PaolaInMensa non è solo un luogo, non sono solo le persone, gli incontri, la cultura, gli amici e le mille storie sulla vita, è una macchina attiva con ingranaggi giusti e incastrati perfettamente. 
Il quinto giorno è unico. 
Il quinto giorno è sapere che per rincontrare i tuoi amici dovrà passare un altro anno, è il ricordo di quegli attimi trascorsi insieme e la gioia di farlo sentire anche per poco a casa. 
Il quinto giorno è ciò di più prezioso riesci a portare nel cuore. “
#paolainmensa8
Beatrice ci racconta il suo quinto giorno; quel quinto giorno che rimane nel cuore e smuove cielo e terra!
È grazie anche a lei e al suo impegno se gli ingranaggi di questa macchina si sono ben incastrati.La sua semplicità ha reso i momenti di paolaInMensa piu belli e limpidi.
Ne deve valere sempre la gioia!
E per lei vale,sempre!
Buon cammino verso paolainmensa9 !
IMG-20180506-WA0028

PIM8: Vivere e non vivacchiare

“Avrei voluto che Paola InMensa non si fermasse mai. Avrei voluto farla tutti i giorni. 
Spesso mi dicono: ma che fai a sta Paola InMensa? È così importante da farti perdere tutti i giorni del 4 Maggio? Più importante delle giostre? 
E io rispondo sempre: sì, Paola InMensa è una droga, se inizi non vuoi più finire.
Ed è proprio così: PIM è una droga buona, non è una di quelle che girano e che tutti assumono per sentirsi in un altro mondo, per “sballarsi”… anche se ora che ci penso, anche PIM ti sballa. Sì, di gioia, di sorrisi, di gratitudine, di solidarietà, di amicizia, di risate, di scherzi, ma anche di sole, di pioggia, di caldo, di sudore e di tanto altro ancora. PIM è la nostra giostra e la nostra fiera. PIM è il nostro 4Maggio!
Sono 5 anni che mi rendete partecipe di questa grande famiglia e mi date  la grande opportunità di farne parte, sentendomi ogni anno più orgogliosa di ció che tutti insieme creiamo. 
La sola pacca sulla spalla accompagnata da un “grazie, siete stati gentilissimi in questi giorni” che ho ricevuto alla consegna dei pasti, mi ha fatto capire quanto veramente non m’importa nulla del tempo che ho perso per stare con i miei amici. 
Veramente, non smetteró mai di dirvi grazie. Ogni anno sempre di più.♥ vi voglio bene ♥”

I sogni son desideri di felicità… Grazie Giulia per condividere con noi i tuoi sogni, la tua felicità, il tuo sorriso.
Sono 5 anni che ci permetti di stare al tuo fianco e di conoscere Paola InMensa attraverso il tuo “vivere e non vivacchiare”.
In bocca al lupo, al prossimo anno!

IMG-20180502-WA0027

PIM8: i numeri di giorno 2 !

Giorno 2
Dopo i buoni risultati del primo giorno, nonostante i cambiamenti logistici e le solite difficoltà degli ambulanti a lasciare i propri banchetti, Paola InMensa continua il suo servizio ancora più carica e determinata in questo secondo giorno. Il vento tipico purtroppo ha condizionato la giornata, impedendo l’allestimento del Gazebo di accoglienza e costringendo gran parte degli ambulanti a chiudere anzitempo le proprie bancarelle. Nonostante ciò in molti hanno deciso comunque di usufruire del nostro servizio abituale, salendo anche dal lungomare grazie alla navetta dedicata. Anche oggi è stato estremamente gratificante osservare i visi felici degli ambulanti di ritorno dalla mensa e scambiare con loro qualche parola, offrirgli rassicurazioni.
In momenti come questi, nei quali avverse condizioni meteo penalizzano ulteriormente il già difficile lavoro in fiera, il servizio di Paola inMennsa diventa ancora più importante, non solo per il cibo offerto ma anche per il riparo ed il supporto agli ambulanti.
31590568_2068281633434616_5107990208402423808_n

PIM8: esperienze condivise

“Alcuni potrebbero pensare che abbia pubblicato queste foto per esibizionismo, per far vedere la mia partecipazione a Paola InMensa; si ritiene spesso che l’aiutare il prossimo sia una delle cose da tenere preferibilmente dentro di sé, e non da sbandierare in giro sui social.

Allora perché ho messo queste immagini? Ho voluto condividere ciò per due motivi: far conoscere P. I. M. (sembrerà strano, ma nonostante sia una realtà presente da 8 anni, alcuni non sanno cosa sia) o offrire più dettagli su di essa, e invitare a praticare opere del genere. Sono riuscito a svolgere -purtroppo- solo due giorni (2 su 4), tuttavia sufficienti per farmi aprire molto la mente e che mi hanno dato l’opportunità di conoscere splendide persone.

Una volta suddivisi in gruppi, e girando nel centro del lungomare, abbiamo raccolto 29 persone; solamente al centro di 3.5 km di strada. 29 persone, 29 persone che riescono a darti una soddisfazione semplicemente ridendoti in faccia. Ma non un riso a sfottò, un riso di felicità nel vedere qualcuno che riesca a dargli una mano concretamente.

È questa Paola In Mensa: una realtà che da sempre il massimo per aiutare chi sta sotto il sole h24 per 4 giorni; una realtà che ti permette di interagire ergo conoscere le varie culture dei vari mendicanti; una realtà che ti accoglie fin da subito, e che già in un semplice pomeriggio riesce a farti sentire a casa; una realtà circondata da persone che offrono le loro giornate con tutta la volontà di questo mondo; una realtà fondata unicamente sul volere e sull’aiuto da parte della gente. Tutto ciò, è da dire, non sarebbe stato possibile senza lo spirito di coinvolgimento di Alessia , che mi ha fatto conoscere tutto ciò. Fiero di averne fatto parte, all’anno prossimo! @paolainmensa “

Ringraziamo Aldo, sedicenne, che racconta la sua esperienza a PaolaInMensa. Molto bella e spontanea.
Grazie Aldo per esser entrato anche tu in questa grande famiglia; e ti auguriamo di avere sempre un occhio attento al prossimo e un orecchio attento al battito del tuo cuore che sicuramente ti guiderà là dove c’è bisogno del tuo coraggio e della tua forza!
Jpeg