Paola InContra – giorno 3 live

Oggi Francesco di Mediterranean Hope ci ha spiegato quanto possa essere potente la narrazione popolare per la memoria comune.
Bisogna impegnarsi a raccontare storie di migranti, affinché nessuno un giorno possa dire “io non ne ero a conoscenza“. Lui lo fa ogni giorno, a contatto stretto con le loro vite e con la tutela dei loro diritti.
Ci ha raccontato delle condizioni salariali dei braccianti, di quella “frontiera mobile” che portano appiccicata alla pelle anche una volta superato il confine fisico tra un Paese e l’altro, della loro forza nell’affrontare condizioni e situazioni di emergenza ogni giorno, per cui forse dovremmo abbandonare quella visione troppo assistenzialista nell’offrire loro in nostro aiuto quando basterebbe semplicemente considerarli… lavoratori.
Ci vediamo domani, di nuovo alle 19, per il nostro ultimo incontro virtuale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...