Paola InMen5a ti porto nel cuore

Il cubo di legno chiude la porticina, la cucina spegne i fornelli, le tavole vengono sparecchiate… e io ogni anno mi ritrovo qui a scrivere un resoconto sulla nostra Paola InMensa che pian piano, con gioia, è diventata la Paola InMensa di tutti. Ho vissuto giorni di sorrisi e di abbracci ma, forse perchè sto crescendo, quest’anno di Paola InMensa porto nel cuore il rimpianto di non riuscire a fare di più.

Porto nel cuore tante domande a cui è difficile trovare risposta, soprattutto quando ti vengono poste da Fatima, una bambina senegalese di 10 anni che trova nei volontari dei nuovi “migliori amici”. Ci ha osservato attentamente per quattro giorni, assalendoci simpaticamente di mille perchè. “Chissà quanto avrai pagato per quell’apparecchio ai denti. Se io avessi i soldi tornerei in Senegal anche con i denti storti!”.

Porto nel cuore il disorientamento di Momò, arrivato a Paola con papà Falù e mamma Nenè, accolto tra le braccia di noi tutti. Porto nel cuore il suo sguardo perplesso, chissà cosa avrebbe voluto dirci. Porto nel cuore tutti i suoi sorrisi che per noi sono stati una conquista, il suo addormentarsi dolcemente ogni sera e ogni pomeriggio dopo pranzo, le sue poche parole.

Porto nel cuore i saluti affettuosi di Serigne, da tempo ormai nostro compaesano. I suoi “grazie” e i suoi “vi voglio bene”.

Porto nel cuore gli occhi tristi di Isacco, il bimbo che assieme al papà vendeva in giro tartarughine portafortuna, quando lo invitavamo a venire a pranzare insieme a noi invece di acquistare una decina di tartarughe. Porto nel cuore i suoi occhi luminosi quando finalmente ha accettato l’invito e ha riempito la nostra bacheca di disegni colorati. Porto nel cuore il suo sguardo orgoglioso nel farmi vedere che era capace di scrivere il mio nome vicino al suo.

Porto nel cuore tutte le storie di coraggio che ho ascoltato. Porto nel cuore il modo in cui molti hanno lottato per raggiungere l’Italia. Porto nel cuore il loro desiderio di rincorrere una vita migliore e tutto ciò che hanno fatto per provare a realizzare il sogno grande di una vita felice. Porto nel cuore un interrogativo pesante. Io sarei disposta a fare tanto?!

Ecco, di Paola InMensa quest’anno mi rimangono soprattutto tante domande. Spero “silenziosamente giorno dopo giorno” di costruire insieme a tutti i volontari, gli amici e la comunità ancora di più.

Nel frattempo mi tornano in mente le parole di Lamine, arrivato in Italia 5 anni fa dal Senegal. Oggi lavora come bracciante e collabora con l’Associazione SOS ROSARNO. Vive ogni giorno un clima di ostilità solo per avere un colore della pelle diverso, solo per essere nato nella “parte sbagliata” del mondo. Ci ha raccontato che per essere felice gli basterebbe ricevere il sorriso di qualcuno quando passeggia per le strade di Rosarno. E allora, per quanto piccola possa essere la realtà di Paola InMensa, per quanto poco possa donare a queste vite, per quanto non sia in grado di risolvere il dramma di storie di ingiustizia, è grazie a lei che la vita di qualcuno è stata arricchita di sorrisi veri, reali, bellissimi. E che questo qualcuno non sia solo io, non sia solo Fatima, non sia solo Momò, non sia solo Serigne, non sia solo Isacco, rende tutto più importante.

Grazie a chi ha collaborato per rendere il nostro piccolo progetto, la realtà bella che Paola vive nei giorni di festa dedicati a San Francesco. Grazie ai volontari e a chi ci ha aiutato a recuperare tutto ciò che ci è servito per offrire ogni giorno circa 300 piatti caldi a pranzo e sempre più di 350 a cena. Grazie a tutte le Associazioni che hanno condiviso con noi organizzazione e gestione dei quattro giorni. Grazie a chi ci ha mostrato il suo appoggio e la sua solidarietà.
Grazie a Fatima, Momò, Falù, Nenè, Serigne, Isacco, Lamine e a tutti gli altri sguardi che hanno cambiato il nostro modo di vedere la vita.

Quest’anno ho occhi nuovi.

Sara Gaudio

sara1

sara2

sara3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...