Cara Paola ti scrivo

Cara Paola,

ci ritroviamo qui, chi per il terzo anno, chi per il primo, per dare vita ad un’iniziativa che, speriamo vivamente, possa renderti fiera di noi.

Con la collaborazione di tanti, cerchiamo di dare il nostro contributo da giovani cittadini che si mettono in gioco per fare qualcosa di buono oggi, qui e adesso.

Tante e troppe volte ci sentiamo dire “Voi siete il futuro!”: a noi piace pensare, piuttosto, di essere il presente.

Vogliamo aprirci, vogliamo arricchirci delle diversità degli altri, colmare distanze che a volte sembrano insormontabili, mettere in dialogo idee e culture differenti.

Ma non è per niente semplice fare tutto ciò avendo a che fare con te, cara Paola, città che ci ha visto crescere e di cui spesso, da ragazzi quali siamo, abbiamo criticato mentalità, punti di vista e poche opportunità.

Alcuni di noi non vedono l’ora di allontanarsi da te per cercare di spiccare il volo altrove, altri lo hanno già fatto o lo staranno per fare, magari costretti per studio o per lavoro.

Eppure ora siamo qui, presenti e attivi, aspirando con umiltà a metterci a servizio per te e con te, sempre consci del fatto che migliorarti e migliorarci non può e non deve essere un sogno a breve termine.

Per ora ci stiamo solo provando pian piano, soprattutto per offrire un piatto caldo e un sorriso a chi realmente ne ha bisogno, sperando di crescere ogni anno sempre di più, sulle orme del nostro Santo Patrono Francesco, ma anche per dare la possibilità a te, e a noi, di non restare indifferenti alle difficoltà e ai disagi delle persone.

Ci stiamo dando la possibilità di fare gruppo, di collaborare gli uni con gli altri pur avendo punti di vista differenti, nessuno con il desiderio di primeggiare.

Ci stiamo dando la possibilità di avere talmente tanta nostalgia di te che se un giorno ce ne dovessimo andare, non vedremmo l’ora di tornare, non solo per gli affetti lontani, ma per le belle speranze che hai fatto nascere in noi, per i bei progetti che siamo riusciti a concretizzare qui. Perché come diceva un artista e architetto austriaco “Se uno sogna da solo è solo un sogno. Se molti sognano insieme è l’inizio di una nuova realtà!”.

Noi ci siamo, fieri di essere paolani, calabresi, anche nel momento in cui la nostra regione è associata ai tristi fatti di cronaca.

Non è facile e noi, tuoi cittadini, giovani e non, siamo tutt’altro che perfetti. Ma la speranza che riponiamo in te è che tu riesca a restare IMMENSA anche a festeggiamenti conclusi.

Da: Il Giornalino 2013

Annunci

2 thoughts on “Cara Paola ti scrivo

  1. Non sono di Paola ma la mia adolescenza è legata a questa bella cittadina da milioni di ricordi e un’amicizia profonda con una carissima paolana doc. purtropo gli eventi della vita ci allontanano da tante cose ma il mio cuore è li con voi.
    In bocca al lupo
    Anna Maria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...